Alessandra Casini Bindi Sergardi davanti a Tenuta Mocenni

l'azienda oggi

Alessandra Casini Bindi Sergardi, insieme a suo padre Nicolò, dirige dal 2005 le tenute della famiglia. L'audacia, l'integrità e l'autenticità sono il suo credo e sono le linee guida per la produzione di alta qualità.

2005

1943 - Chiara figlia di Elisabetta Bindi Sergardi e moglie di Alessandro Casini.

una grande eredità

Chiara, figlia di Elisabetta Bindi Sergardi e moglie di Alessandro Casini, porta avanti l'azienda durante gli anni di guerra in Italia. Orfana di padre a 17 anni e vedova di guerra, ha trasmesso alla famiglia lo spirito di resilienza e l'amore per l'agricoltura.

1943

1500 - Governatori di Siena

governatori di Siena

Achille fu Maestro della Dogana del Sale nel 1519; suo figlio Niccolò nel 1530, fu inviato oratore a papa Clemente VII, allora in guerra contro Siena che osteggiava la restituzione dei Medici di Firenze. Fu Niccolò uno tra i più intransigenti patrioti che si adoperarono in favore delle libere istituzioni senesi, minacciate dagli eserciti di Carlo V fra il 1552 e il 1557.

1500

1400- Da Montalcino a Siena: La famiglia Bindi Sergardi è originaria di Montalcino, si trasferì a Siena iscrivendosi al Monte o Ordine del Popolo.

Da Montalcino a Siena

La famiglia Bindi Sergardi è originaria di Montalcino, si trasferì a Siena iscrivendosi al Monte o Ordine del Popolo. Numerosi personaggi della famiglia presero parte attiva alla vita politico-amministrativa dello Stato Senese, fra costoro si ricorda Niccolò di Giovanni che, nel 1463, fu un componente della Magistratura della Repubblica, detta Concistoro, nel 1496 fu console della Mercanzia.

1400

1349 - Fotografia antica di Tenuta i Colli

le origini

Le origini della famiglia Bindi Sergardi risalgono al 1349. Patrizi valorosi, grandi agricoltori, capitani e vescovi, da ventitré generazioni amano e coltivano la terra di Siena

1349

2005

L’AZIENDA OGGI

Alessandra Casini Bindi Sergardi, insieme a suo padre Nicolò, dirige dal 2005 le tenute della famiglia. L’audacia, l’integrità e l’autenticità sono il suo credo e sono le linee guida per la produzione di alta qualità.


Alessandra Casini Bindi Sergardi davanti a Tenuta Mocenni

1943

Una grande eredità

Chiara, figlia di Elisabetta Bindi Sergardi e moglie di Alessandro Casini, porta avanti l’azienda durante gli anni di guerra in Italia. Orfana di padre a 17 anni e vedova di guerra, ha trasmesso alla famiglia lo spirito di resilienza e l’amore per l’agricoltura.


1943 - Chiara figlia di Elisabetta Bindi Sergardi e moglie di Alessandro Casini.

1500

Governatori di Siena

Achille fu Maestro della Dogana del Sale nel 1519; suo figlio Niccolò nel 1530, fu inviato oratore a papa Clemente VII, allora in guerra contro Siena che osteggiava la restituzione dei Medici di Firenze. Fu Niccolò uno tra i più intransigenti patrioti che si adoperarono in favore delle libere istituzioni senesi, minacciate dagli eserciti di Carlo V fra il 1552 e il 1557.


1400

Da Montalcino a Siena

La famiglia Bindi Sergardi è originaria di Montalcino, si trasferì a Siena iscrivendosi al Monte o Ordine del Popolo. Numerosi personaggi della famiglia presero parte attiva alla vita politico-amministrativa dello Stato Senese, fra costoro si ricorda Niccolò di Giovanni che, nel 1463, fu un componente della Magistratura della Repubblica, detta Concistoro, nel 1496 fu console della Mercanzia.


1400- Da Montalcino a Siena: La famiglia Bindi Sergardi è originaria di Montalcino, si trasferì a Siena iscrivendosi al Monte o Ordine del Popolo.

1349

Le origini

Le origini della famiglia Bindi Sergardi risalgono al 1349. Patrizi valorosi, grandi agricoltori, capitani e vescovi, da ventitré generazioni amano e coltivano la terra di Siena


1349 - Fotografia antica di Tenuta i Colli

Il messaggio della famiglia

Le risposte che la terra ha dato alla nostra dedizione sono state forti, vitali, e oneste e ne abbiamo derivato certezze indimenticabili nel corso dei lunghi anni che le abbiamo dedicato con passione. A noi sembra che quello che oggi esiste sorrida nel vigore delle vigne d’estate e nel rigore delle vigne d’inverno.

Il messaggio della famiglia

Le risposte che la terra ha dato alla nostra dedizione sono state forti, vitali, e oneste e ne abbiamo derivato certezze indimenticabili nel corso dei lunghi anni che le abbiamo dedicato con passione. A noi sembra che quello che oggi esiste sorrida nel vigore delle vigne d’estate e nel rigore delle vigne d’inverno.